Service95 Logo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo
Issue #019 L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo

Images of people participating in the psychedelic art installation Dreamachine

© Urszula Soltys, © David Levene

L’esperienza immersiva che trasporta la mente in un altro universo

Vorresti un momento di evasione mistica che richiede di prendere parte a un esperimento psichedelico? Ora è possibile, ma a una condizione: non è previsto alcun uso di droghe. Dreamachine, una collaborazione tra alcuni dei neurologi, designer, architetti e artisti più importanti al mondo, è un’esperienza audiovisiva totalmente immersiva che ti aiuta a esplorare il mondo potenziale degli angoli più reconditi della tua mente.

Dreamachine ti invita a entrare in uno spazio quasi uterino, a sdraiarti, a chiudere gli occhi e a concentrarti sul tuo respiro. Dopo 10 minuti di esercizi di respirazione meditativa, ha inizio il tuo spettacolo personale: un suono a 360 gradi avvolgerà lo spazio circostante, e dai paesaggi interiori dietro le tue palpebre apparirà un nuovo universo, completamente unico e individuale. Vibrazioni sonore ti condurranno più a fondo in questo sogno psichedelico, ma se apri un occhio per curiosità, non vedrai altro che lo sfarfallio di una luce bianca. Al termine dell’esperienza, i partecipanti riportano le loro visioni trascendentali su carta disegnando vortici colorati o forme geometriche. Altri raccontano di aver avuto allucinazioni lucide di ricordi. Alcune persone riportano di aver visto un caleidoscopio di colori che alterano l’umore e che poi si trasformano in motivi cristallini, animati dal suono immaginato dal compositore Jon Hopkins. La miriade di riflessioni dimostra che queste esperienze uniche dipendono dalle percezioni neurologiche di ciascun individuo. Se vuoi provare un’avventura allucinante in grado di espandere la tua mente, il tutto senza uso di sostanze, allora questa esperienza è ciò che fa per te. L’originale Dreamachine fu creata dall’artista d’avanguardia Brion Gysin, amico e collaboratore dello scrittore della Beat Generation William Boroughs. Nel 1958 Gysin creò un dispositivo stroboscopico formato da una tavola, un giradischi, una lampadina e un cilindro, con forme ripetute ritagliate per permettere alla luce di entrare. Un’opera artistica radicale da apprezzare solo a occhi chiusi. Riflettendo sulla diversità del nostro mondo interiore, lo spettacolo scoperchia un abisso di domande, lasciando aperti molti interrogativi sulla realtà dell’inconscio. Possiamo davvero credere a tutto ciò che vediamo? Scoprilo da te. Poppy Roy è direttrice delle immagini di Service95 e in passato ha lavorato per l’edizione britannica di Vogue. È anche modella e scrittrice
← Back

Thank you for subscribing. Please check your email for confirmation!
Invitation sent successfully!

Please check your email for a reset password link!

Subscribe