Service95 Logo
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood
Issue #015 In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood

Portrait of Sheila Bridges, her plate designs for Wedgwood and a table set with the Sheila Bridges x Wedgwood crockery

Wedgwood

In evidenza: Sheila Bridges x Wedgwood

La interior designer afro-americana Sheila Bridges ha sempre amato la tradizionale Toile de Jouy, un tessuto con stampe colorate e motivi pastorali molto popolare nel XVIII secolo, ma non riusciva però a trovarne una che rappresentasse lei e la sua storia. Quindi, nel 2005 si è creata la sua versione: la Harlem Toile de Jouy. Questo motivo rivisitato che compare su tessuti e carta da parati raffigura personaggi neri per “affrontare gli stereotipi comunemente associati alle persone nere, ma con un certo elemento celebrativo”.

Diciassette anni dopo, l’amore di Bridges per la storia, la natura e la cultura nera ha portato a una collaborazione con Wedgwood, l’iconico brand britannico di articoli di lusso per la tavola, per realizzare pezzi in porcellana fine decorati con la rinomata Harlem Toile. Ma quella che potrebbe apparire un’alleanza improbabile si fonda in realtà su un terreno comune. Josiah Wedgwood, il designer e imprenditore che fondò il brand, era attivamente impegnato nel movimento antischiavsmo in Gran Bretagna nel XVIII secolo. Il medaglione antischiavsmo di Wedgwood, originariamente prodotto nel 1787, che raffigurava uno schiavo inginocchiato e in catene con la scritta “Am I not a man and a brother” (Non sono anch’io un uomo e un fratello), fu distribuito in tutta la Gran Bretagna per diffondere il messaggio contro la tratta degli schiavi. Parlando di Wedgwood, Bridges afferma: “Mi piace il fatto che fosse disposto a usare la sua competenza, la sua posizione e i suoi privilegi per creare qualcosa di bello e significativo che esprimesse anche la sua coscienza su qualcosa che riteneva assolutamente sbagliato”. Sheila Bridges x Wedgwood è attualmente un’esclusiva per Bloomingdales e sarà disponibile presso Wedgwood nei prossimi mesi. Funmi Fetto è direttrice editoriale globale di Service95 e collaboratrice dell’edizione britannica di Vogue
← Back

Thank you for subscribing. Please check your email for confirmation!
Invitation sent successfully!

Please check your email for a reset password link!

Subscribe