Service95 Logo
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana
Issue #060 Come lavoro... Angela Santana

All products featured are independently chosen by the Service95 team. When you purchase something through our shopping links, we may earn an affiliate commission.

Portrait of Angela Santana Angela Santana

Come lavoro... Angela Santana

Nella nostra serie in cui esploriamo le cose, i luoghi e le persone che ispirano la vita lavorativa dei creativi, la giornalista Marie-Claire Chappet parla con l’artista contemporanea di tutto, dai suoi spazi di lavoro al suo processo creativo

L’artista svizzera Angela Santana sta cercando di riformulare il modo in cui vediamo la forma femminile nell’arte. Dopo aver studiato nella nativa Zurigo, Santana si è trasferita a New York dove ha tenuto numerose mostre, partecipando anche a importanti rassegne in Europa. Gli ultimi setti anni li ha dedicati a un grande corpus di opere sul corpo femminile, che ha costituito l’ossatura della sua prima importante mostra personale svoltasi l’estate scorsa presso la Saatchi Yates Gallery di Londra.

La mostra di Santana includeva raffigurazioni di donne di grandi dimensioni, genialmente reinterpretate da immagini pixellate spesso trovate su siti illegali. Attraverso la pittura a olio e un intelligente stravolgimento delle immagini digitali, Santana ha distorto la forma femminile per sfidare lo sguardo maschile, che ha dominato il mondo dell’arte per così tanto tempo.

In questo articolo parla con Service95 del suo processo lavorativo e di cosa la motiva dal punto di vista creativo...

Portrait of artist Angela Santana in studio
Angela Santana, Johnny Le

L’importanza dello spazio… il mio studio si trova all’ultimo piano di un bellissimo magazzino a Brooklyn. Realizzo anche incisioni ed esperimenti in uno studio di stampa qui vicino. Tutti i miei dipinti iniziano in versione digitale, quindi trascorro tanto tempo a dipingere digitalmente, con centinaia di strati, per creare composizioni intricate. Mi piacerebbe costruirmi uno studio in un giardino. Te lo immagini dipingere circondata dalla natura! È davvero molto affascinante e stimolante. Mi riporta anche alla mia infanzia, quando dipingevo su dei grandi rulli di carta in giardino. Dal momento in cui ho potuto tenere un pennello in mano non ho mai smesso.

Painting titled Spearmint Success, by Angela Santana
Spearmint Success, 2017 © Angela Santana

La musica che ascolta… ho una raccolta di dischi molto eclettica, che spazia da compositori di musica elettronica contemporanea e rock e pop degli anni ’60-’90, ad album di musica shoegaze, psichedelica e africana degli anni ’70. Adoro anche i Motown. La musica mi ispira tantissimo. Spesso mi concentro sulla composizione di un brano, scomponendolo strato dopo strato nella mia mente, immaginando gli elementi centrali che formano un particolare suono, e lasciandomi ispirare dalla narrazione o dall’eleganza di una storia che può essere raccontata in una canzone, come una poesia. Resto sempre sbalordita dalla libertà e dalla sperimentazione che stanno dietro alla creazione e alla registrazione di una canzone.

Images of two dresses by Mara Hoffman
Mara Hoffman

L’abbigliamento che preferisce… mentre dipingo mi piace indossare una tuta da lavoro, così posso concentrarmi sull’obiettivo e ridurre tutto il resto all’essenziale. Non voglio che i vestiti mi limitino, voglio sentirmi libera. Per le inaugurazioni adoro gli abiti dalle forme scultoree e i dettagli in rilievo. Mi piace indossare capi sostenibili che durano una vita, come quelli di Rachel Comey o Mara Hoffman, non solo per il loro stile, ma anche per cosa rappresentano e per il loro forte messaggio. Oltre alle forme speciali e agli splendidi materiali, mi piace il fatto che mi fanno sentire me stessa, e ci sono tante versioni di me che voglio omaggiare.

Collage image of Awaji by Astier de Villatte Incense and Babylonstoren Orange Blossom scent
Awaji by Astier de Villatte Incense; Orange Blossom, Babylonstoren

I suoi profumi distintivi… adoro gli oli essenziali, come quelli di Babylonstoren o le fragranze di Bottega Veneta, Guerlain e Hermès. Ho anche un debole per l’incenso. Awaji Incense by Astier de Villatte è il mio preferito. Anni fa un’amica mi ha anche portato dell’incenso da un monastero giapponese che conservo ancora gelosamente, ed entrambi mi aiutano a concentrarmi e a entrare nel flusso creativo.

Image of Loch and castle in Scotland
Scotland, Connor Mollison

I viaggi… i paesaggi mi ispirano moltissimo. Che siano le splendide montagne dell’Himalaya (che ricordano incredibilmente la Svizzera dove sono cresciuta), o le colline verdeggianti e coperte di muschio della Scozia. Tra i luoghi più incredibili metterei anche la regione di Città del Capo in Sudafrica e, naturalmente, l’Italia e la Grecia con tutto il loro splendore e la loro storia artistica.

Image of film poster for Los Alegres Picaros by Mario Monicelli; portrait of Luchino Visconti
Los Alegres Picaros, Mario Monicelli, Alamy; Luchino Visconti, Archivio Cameraphoto Epoche

Dove cerca ispirazione… prendo tanta ispirazione da altre forme d’arte, come il cinema e la TV. Sisters With Transistors di Lisa Rovner mette in luce le pioniere della musica elettronica. I loro esperimenti radicali nel XX secolo hanno ridefinito i confini della musica. Adoro anche Boccaccio ’70, un capolavoro satirico. Nel film, che prende spunto dalle novelle di Giovanni Boccaccio del XIV secolo, i registi Fellini, De Sica, Monicelli e Visconti reimmaginano questi temi nell’Italia degli anni ’60. 

Painting by Willem De Kooning
Two Figures In A Landscape (1967), Willem De Kooning; Collection Stedelijk Museum, Amsterdam

L’arte… naturalmente mi faccio ispirare da altri artisti come me. Non posso non citare Willem De Kooning e Cecily Brown per le loro pennellate selvagge e per il loro oscillare tra il figurativo e l’astratto. Adoro anche Louise Bourgeois, Miriam Cahn, Meret Oppenheim, Lynette Yiadom-Boakye, Francis Bacon, Marlene Dumas e Tschabalala Self.

Le sue abitudini digitali… i miei account Instagram preferiti sono @Heba_Kadry, @Williamcult e @Republicofnowhere. Quando sono al telefono mi trovi su Bloom di Brian Eno, l’app dei colori Pantone, BBC Sounds e qualsiasi app di viaggio che mi aiuta a spostarmi in città. Cerco però di passare meno tempo possibile al telefono!

Marie-Claire Chappet vive a Londra e scrive su temi relativi ad arte e cultura. Collabora anche con la rivista Harper’s Bazaar

Read More

SUBSCRIBE TO SERVICE95 NEWSLETTERS

Subscribe